Davide Oldani “case famose”

Appena contattato, lo chef Davide Oldani mi avverte che non ha una grande opinione per i blogger!
Non per tutti ovviamente: come spiega nel suo libro Il giusto e il gusto (Feltrinelli), definisce “identità noiose” quelli che non si firmano, i criticoni che postano in rete la loro “preziosissima” ma anonima opinione.
La libertà di espressione dovrebbe contemplare l’assunzione di responsabilità!

Dopo questo incipit l’intervista scorre velocemente e Oldani si dimostra una persona molto disponibile e cordiale.

La sua cucina, definita POP (popolare, del popolo), è il frutto di tanta strada e non pochi maestri, mescola il senza fronzoli con il ben fatto, il buono con l’accessibile, l’innovazione con la tradizione. Spazia dalla maniera di stare a tavola, agli ingredienti utilizzati, ai prezzi POP-olari, fino alla creazione di una linea di oggetti che ha appositamente disegnato lui stesso: la Passepartout è una pratica ma anticonvenzionale posata universale (cucchiaio, forchetta e coltello insieme, tre in uno), i bicchieri con il bordo ellittico permettono di degustare un buon vino senza perdere di vista lo sguardo dei commensali, il piatto con il fondo obliquo è adatto a chi ama le zuppe. Elementi tradizionali reinterpretati per intensificare la convivialità e il piacere di mangiare in compagnia.

Un percorso di vita ricco di esperienze che si rispecchia anche nelle scelte di interior design della sua abitazione.
Buona lettura!

Luogo:
Milano, Cornaredo.

Appartamento o casa indipendente?
Casa indipendente, tutta la vita.

Open space o ambienti separati?
Ambienti separati, sono tradizionalista.

Pavimento in…?
Legno e travertino.

Pareti bianche o colorate?
Bianche.

Stile minimalista o sontuoso? Minimal “hot“.
Lo stile rispecchia appieno la personalità e la filosofia POP. Si contraddistingue per la chiarezza e l’equilibrio dei contrasti dall’antico al nuovo. È un mix sempre in evoluzione.

Elementi di arredo/design di cui vado maggiormente fiero…
L’arco di Castiglioni della Flos e alcuni accessori di cucina giapponesi.

L’angolo della casa che preferisco…
Il salotto. La zona divani è ricca di sedute e di elementi di arredo disegnati da Lissoni e Cassina.

Mi affaccio alla finestra e vedo…
Un albero.

Nella puntata monografica di “Storie di Grandi Chef” (La7) condotta da Michela Rocco e visibile qui sotto, potrete scoprire sia il ristorante D’O che alcune viste esterne ed interne dell’abitazione (dal minuto 25 circa).

Case Famose

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento nello spazio qui sotto!
(Non serve registrarsi, email facoltativa)

Annunci

Un pensiero su “Davide Oldani “case famose””

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...