Archivi tag: alessio carrabino architetto

Come recuperare uno spazio poco utilizzato

MI SCRIVONO E.F. e B.D., proprietari di un appartamento situato in una palazzina anni ’60 di Fossitermi (La Spezia) al sesto piano. 

L’immobile, caratterizzato da un’esposizione molto aperta e luminosa verso sud e da uno spazioso terrazzo, presenta alcune problematiche distributive. In primo luogo un ingresso molto ampio (I) di circa 9 mq completamente buio e del tutto inutilizzato, secondariamente un lungo corridoio (D), anch’esso privo di luce naturale, che disimpegna tutti gli ambienti senza distinguere una zona giorno e una zona notte. Continua a leggere Come recuperare uno spazio poco utilizzato

Il disimpegno d’ingresso sotto una “nuova luce”

F.B. vuole riorganizzare il disimpegno d’ingresso e la cucina di un appartamento di proprietà in vista di trasferirvisi il prossimo anno. Attualmente gli elementi di mobilio non presentano un solito stile ed un’organizzazione unitaria. Chiede il mio consiglio.

 

In cucina è presente una piccola dispensa a muro (1) che, seppur utile, ha una posizione poco funzionale per permettere una razionale collocazione degli elementi di arredo. Ritengo che la soluzione migliore sia quella di sfruttare completamente la parete sulla quale sono già presenti gli allacci per gas, acqua e la canna fumaria. L’intervento comporta la chiusura della dispensa dal lato rivolto verso la cucina (2) e la conseguente apertura (3) verso il disimpegno d’ingresso. Ho immaginato la realizzazione di ripiani in cartongesso (4) illuminati dall’alto con faretti. Le nicchie, che potranno esporre oggetti di design / collezionismo caratterizzeranno il piccolo disimpegno accogliendo con la loro luce il visitatore.

render ingresso e cucina

Un controsoffitto in cartongesso (5) ad altezza 2,40 m nel rettangolo del disimpegno ne evidenzia la funzione distributiva. Il progetto della cucina, raffigurato nell’immagine soprastante, permette di avere molti elementi contenitori a sostituzione della preesistente dispensa ed un comodo piano di lavoro. Ho preferito un bianco laccato lucido per il colore del mobilio mentre per la parete sullo sfondo un rosso bordeaux. Il piano di lavoro e le maniglie sono in acciaio. L’utilizzo di colori decisi sulle pareti e tinte neutre sull’arredo permette di cambiare più facilmente l’aspetto di un locale qualora il colore più marcato possa nel tempo stancare. L’intervento non comporta modifiche alla pavimentazione esistente.

Scrivi a: architettoconsiglia@gmail.com
Le domande selezionate riceveranno risposta gratuita.
(nel caso di planimetrie inviare disegno in scala o quotato)

Per leggere gli articoli già pubblicati della rubrica “architettoconsiglia” clicca qui

Chiesa Santuario Nostra Signora della Salute

ITALIA, La Spezia – 2010

composit



Il progetto, realizzato in occasione del centenario della dedicazione della Chiesa Santuario Nostra Signora della Salute, ne ripercorre la storia attraverso testi e immagini.
Comprende inoltre una parte dedicata a “guida illustrata”.

La brochure, già alla seconda ristampa, è disponibile all’interno della Chiesa Santuario in Piazza Brin, La Spezia.

assonometria-esplosa

progetto grafico, ricerca storiografica e iconografica:
arch. Valentina Cadenotti, arch. Alessio Carrabino