La natura multiforme dell’arte contemporanea nel nuovo progetto di Steven Holl

Aerial view of the Institute for Contemporary Art at VCU. Image credit: Iwan Baan.

VIRGINIA – È stato da poco inaugurato l’Istituto per l’arte Contemporanea (ICA) di Richmond, progettato dallo studio dell’architetto Steven Holl; una risorsa culturale da 38.000 mq, predisposta ad accogliere mostre, eventi, conferenze e proiezioni, ma soprattutto un luogo in cui esplorare nuove idee, con un forum aperto per il dialogo e la collaborazione. Continua a leggere La natura multiforme dell’arte contemporanea nel nuovo progetto di Steven Holl

Annunci

Carmen Russo | Case Famose

La rubrica “case famose” riprende con l’intervista alla showgirl Carmen Russo.
Ci apre le porte del suo angolo di paradiso a nord ovest di Roma, dove vive da oltre trent’anni con il marito, ballerino e coreografo, Enzo Paolo Turchi e la figlia Maria.
Continua a leggere Carmen Russo | Case Famose

BLOX: connessione e flessibilità sul porto di Copenaghen

BLOX è molto più di un edificio, inaugurato da pochi giorni sul fronte del porto di Copenaghen, rappresenta una sfida, il ridisegno di un’area tanto affascinante e centrale della città, quanto problematica e poco frequentata, perché attraversata da un’arteria stradale dall’intenso traffico (che conta circa 25000 veicoli al giorno).

Continua a leggere BLOX: connessione e flessibilità sul porto di Copenaghen

Abitare in un “mini” open space

Mi scrive L.M., ha da poco acquistato una mansarda di circa 50 mq nel centro storico di Verona.
Al momento l’immobile è suddiviso in piccoli locali, per la maggior parte illuminati con finestre a tetto (velux), ai quali si accede da un lungo corridoio, di circa 9 metri. Entrando si incontrano uno studio (1), una cucina (2), il bagno (3) e il soggiorno (4).  Continua a leggere Abitare in un “mini” open space

Ha ancora senso vietare di fotografare opere di architettura?

Ha ancora senso vietare di fotografare opere di architettura?
Parlo di foto amatoriali, scattate con il telefono, non con strumenti professionali.

Ho approfittato delle giornate FAI di primavera per visitare il Teatrino di Vetriano, nelle alture sopra Lucca, una struttura modesta, di fine ottocento, collocata in un contesto rurale, un tempo utilizzata da una meritevole “società paesana” che addirittura portava le seggiole da casa per assistere agli spettacoli autoprodotti. Continua a leggere Ha ancora senso vietare di fotografare opere di architettura?

realizzare l'abitazione dei propri sogni… non è poi così difficile!

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: