Archivi tag: italia

Francesco Baccini | case famose

Oggi scopriamo qualche dettaglio di interior design dell’abitazione del cantautore genovese Francesco Baccini.
In quasi 25 anni di carriera vanta una ricchissima discografia: dall’esordio con “Cartoons” passando per “Il pianoforte non è il mio forte”, “Nomi e cognomi”, “Nudo”, “Nostra signora degli autogrill” fino a “Baccini canta Tenco”.  Continua a leggere Francesco Baccini | case famose

Gianluca | le vostre case

Riprende la rubrica “Le vostre case” dedicata alle abitazioni dei lettori. Attraverso fotografie e le “classiche” nove domande possono descrivere i loro “luoghi” e le soluzioni di interior design preferite e delle quali vanno maggiormente fieri.
In questi giorni sta nevicando in gran parte dell’Italia, meglio spostarsi nella “calda” Sicilia, a Milazzo, dove vive Gianluca. È una città che non ho mai visitato, ci sono stato solo di passaggio per raggiungere le Isole Eolie, ero piccolo e ricordo molto poco…  Un luogo dove spero di poter tornare, caratteristico per essere posizionato su un istmo (quindi circondato in gran parte dal mare) ricco di storia, arte e archeologia.

Continua a leggere Gianluca | le vostre case

150° Anniversario unità d’Italia

ITALIA, La Spezia – 2011

fronte

Il volume di Pia Spagiari “Luoghi Personaggi Episodi del Risorgimento nella Provincia della Spezia” è stato fortemente voluto dalla Provincia della Spezia in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

retro

Alla presentazione, dopo i saluti del Prefetto della Spezia Giuseppe Forlani e del Presidente della Provincia Marino Fiasella, sono intervenuti l’Assessore regionale alla cultura Angelo Berlangieri, l’Assessore provinciale Paola Sisti e il professore Giuseppe Benelli, Presidente dell’Accademia Capellini.

progetto grafico: Alessio Carrabino, Paola Poletti, Andrea Tarantola.

 

Manifesto EcoSOStenibilità in architettura

Italia – Cuneo, 2011

Il manifesto affronta ironicamente il tema dell’EcoSOStenibilità in architettura. Utilizza un linguaggio immediato, fruibile da un ampio target. L’Ecomostro, il “monumento al degrado, la costruzione gravemente incompatibile con il già precario ambiente naturale circostante è trasposto in un mondo immaginario di favola, che aiuta a catturare l’attenzione del passante, anche di età molto piccola. La disarmonia con il territorio viene percepita non solo per l’aspetto ciclopico del fabbricato-fungo ma anche per lo sgomento che trasmettono i personaggi, seppure rivolti di schiena, allo spettatore. Il tutto è fortemente caratterizzato da un cielo tenebroso e catalizzante. Lo Sviluppo a partire dal basso, che si rispecchia nell’altezza dei personaggi rappresentati, è alla base del cambiamento per raggiungere una maggiore sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente, del suo valore e delle sue risorse.

(Presentato in concorso per ManifestaZOOne).